COPPA ITALIA FRECCIAROSSA: SI QUALIFICANO PARMA E MONZA | Notizia

Coppa Italia Frecciarossa

Parma e Monza proseguono il cammino in Coppa Italia Frecciarossa, mentre salutano la competizione il Bari e l’Udinese.


Nella sfida tra due formazioni di B al Tardini il gol decisivo lo realizza Benediczak alla mezz’ora con un colpo di testa. Il Bari prova a difendersi nella ripresa, ma il Parma con attenzione il vantaggio e porta a casa la qualificazione grazie a due interventi strepitosi di Corvi. I gialloblù faranno visita all’Inter a San Siro nel prossimo turno.


Avanti anche il Monza, che si aggiudica l’unica sfida dei sedicesimi tra due formazioni di A. Partita bellissima e ricca di colpi di scena. Squadre in campo con diverse seconde linee, chiamate a convincere i propri allenatori di meritare più spazio. Comincia col mettersi in mostra Padelli, che si esalta a tu per tu contro D’Alessandro. Sul finire del primo tempo gli ospiti passano in vantaggio con un gran tiro da fuori area di Valoti. I friulani pareggiano subito ad inizio ripresa, grazie a Perez che sfrutta un assist di tacco di Beto. Sottil decide allora di inserire i “big” della sua rosa (dentro in un colpo solo al 65′ Pereyra, Success e Deulofeu) e la mossa porta al sorpasso, firmato ancora da Perez che di testa insacca su preciso assist di Pereyra. Potrebbe essere il gol che indirizza il match, ma anche Palladino ricorre a forze fresche e azzecca gli inserimenti di Molina e Petagna. Il primo segna il 2 – 2 con un appoggio di sinistro su corta respinta del portiere al 70′, dopo due minuti il ​​centravanti conquista la qualificazione con una girata in area. L’Udinese si riversa all’attacco nel finale di gara, ma la fortuna premia i brianzoli: Pereyra dal limite stampa la palla sul palo all’80’, tre minuti dopo arriva l’incrocio pieno colpito da Samardzic. Il Monza, agli Ottavi, incontrerà la Juventus a Torino.


(Foto LaPresse)

Source link

Previous post Le forze per la carenza di vaccini contro il colera si spostano verso una strategia a dose singola: l’OMS
Next post LA CREMONESE PASSA IL TURNO AI SUPPLEMENTARI | Notizia