Lo svapo è peggio del fumo, secondo la ricerca

Un uomo fa degli anelli di fumo.— Unsplash
Un uomo fa degli anelli di fumo.— Unsplash

I ricercatori dell’American Heart Association stanno sfatando il mito secondo cui le sigarette elettroniche causano meno danni del fumo e sono un modo più sicuro per assumere nicotina.

I professionisti medici con AHA affermano che gli effetti dello svapo sul sistema cardiovascolare sono simili agli effetti del fumo per due decenni.

Un gruppo di ricerca ha condotto due studi. Il primo studio mirava ad analizzare le differenze nella salute del cuore tra chi usava vaporizzatori, persone che usavano sigarette tradizionali e chi non aveva entrambe le abitudini.

I risultati di questo studio hanno rivelato che i partecipanti che hanno assunto nicotina avevano una pressione sanguigna più alta, una costrizione dei vasi sanguigni e una frequenza cardiaca indipendentemente dal prodotto che stavano usando. Questi problemi possono svolgere un ruolo nell’iperattivazione del sistema nervoso simpatico, che è la risposta di “fuga o lotta” di un individuo. Di conseguenza, le pareti delle arterie possono diventare disfunzionali.

“Subito dopo lo svapo o il fumo, si sono verificati preoccupanti cambiamenti nella pressione sanguigna, nella frequenza cardiaca, nella variabilità della frequenza cardiaca e nel tono dei vasi sanguigni (costrizione)”, l’autore principale Matthew C. Tattersall, DO, MS, assistente professore di medicina presso l’Università di La Wisconsin School of Medicine and Public Health e il direttore associato di cardiologia preventiva presso la UW Health, afferma in un comunicato stampa.

I risultati del secondo studio hanno rivelato che coloro che hanno usato le sigarette elettroniche hanno ottenuto risultati terribili in un test sul tapis roulant che viene generalmente condotto per prevedere il rischio di malattie cardiache.

Le persone che svapavano avevano una minore capacità di esercizio e potevano eseguire un carico di lavoro cardiaco inferiore anche con il massimo sforzo. È stato anche riscontrato che queste persone hanno un recupero della frequenza cardiaca più lento dopo l’esercizio.

“Le persone che hanno svapato chiaramente hanno ottenuto risultati peggiori su tutti e quattro i parametri di esercizio rispetto ai loro coetanei che non hanno usato nicotina”, ha affermato l’autrice principale del secondo studio, Christina M. Hughey, MD, ricercatrice di medicina cardiovascolare presso UW Health.

Nel complesso, i ricercatori non hanno riscontrato differenze tra la salute di chi ha svapato e chi ha usato sigarette combustibili. I medici hanno riscontrato negatività simili nei vapers e nei fumatori di lunga data.

Gli autori hanno notato che coloro che usavano le sigarette elettroniche avevano un’età media di 27,4 anni e i fumatori di 42 anni. Nonostante una notevole differenza di età, gli adulti più giovani e quelli più anziani sono risultati ugualmente danneggiati.

Tutti i risultati sono stati riportati nelle sessioni scientifiche 2022 dell’American Heart Association.

Source link

Previous post Il premier italiano di estrema destra Meloni incontra a Bruxelles i leader dell’Unione Europea
Next post Pfizer-BioNTech per testare il vaccino combinato contro il COVID e l’influenza