La carenza di antibiotici mentre le malattie in aumento stimolano la domanda

Un'infermiera prepara antibiotici in un reparto che tratta bambini malnutriti presso il Banadir Maternity and Children Hospital di Mogadiscio, in Somalia.— AFP
Un’infermiera prepara antibiotici in un reparto che tratta bambini malnutriti presso il Banadir Maternity and Children Hospital di Mogadiscio, in Somalia.— AFP

PARIGI: Europa e Nord America hanno visto carenze dell’antibiotico chiave amoxicillina e di altri farmaci poiché le malattie in aumento, in particolare tra i bambini, hanno aumentato la domanda di farmaci.

Gli ospedali di molti paesi sono stati messi sotto pressione da un numero crescente di malattie, tra cui quella che è stata definita una “tripledemica” di COVID-19influenza e il virus respiratorio sinciziale (RSV) che causa la bronchiolite.

Ma aumentare la produzione di antibiotici si è rivelato difficile per i produttori di farmaci, in particolare per i farmaci generici economici che offrono un margine di profitto ridotto.

Ecco alcune risposte alle domande chiave sulle carenze.

Cosa e dove?

L’amoxicillina è un membro della famiglia degli antibiotici delle penicilline ed è usata per trattare una serie di malattie batteriche, comprese le infezioni al torace e alle orecchie, spesso nei bambini.

In Francia, l’agenzia di regolamentazione dei farmaci ANSM ha dichiarato il mese scorso che ci sono “forti tensioni di fornitura” per la versione di amoxicillina più utilizzata dai bambini, avvertendo che la situazione potrebbe durare fino a marzo.

Anche l’agenzia spagnola per i medicinali ha avvertito il mese scorso di potenziali carenze di amoxicillina.

Anche la Germania ha lanciato l’allarme sulla carenza di una serie di farmaci tra cui l’amoxicillina e altri antibiotici.

La scorsa settimana, il governo del Regno Unito ha emesso “protocolli di grave carenza” per tre antibiotici a base di penicillina.

La mossa è arrivata dopo che almeno 19 bambini sono morti a causa dello streptococco di gruppo A (Strep A), tra i rapporti secondo cui medici e genitori stanno lottando per trovare antibiotici per curare la malattia.

Al di fuori dell’Europa, l’amoxicillina è stata inserita nel database della carenza di farmaci della Food and Drug Administration degli Stati Uniti da ottobre.

Lo ha detto la FDA AFP che “sta attualmente lavorando con i produttori approvati e altri nella catena di fornitura”.

Anche altri paesi, tra cui il Canada e l’Australia, hanno recentemente inserito l’amoxicillina nella loro lista di farmaci per i quali i farmacisti sono autorizzati a trovare trattamenti sostitutivi.

Cosa sta causando le carenze?

L’inverno nell’emisfero settentrionale ha portato una stagione influenzale particolarmente sgradevole, oltre a picchi di altri virus come l’RSV. L’impennata arriva dopo due anni in cui le misure COVID come la quarantena, l’autoisolamento e l’uso della maschera hanno ridotto significativamente il tasso di tali malattie.

Le aziende farmaceutiche che avevano ridotto la produzione a causa del calo della domanda in precedenza si stanno ora affrettando a soddisfare gli ordini alle stelle, causando ritardi.

Anche i produttori dei principi attivi dei farmaci hanno lottato contro la carenza.

Sandoz, la divisione farmaci generici del colosso farmaceutico svizzero Novartis, ha dichiarato all’AFP che “la carenza di scorte presso i nostri concorrenti contribuisce anche alle vendite inaspettatamente elevate dei nostri farmaci, e quindi a ulteriori difficoltà di approvvigionamento”.

Segno di un problema più ampio?

Gli antibiotici sono vecchi farmaci i cui brevetti sono spesso diventati di dominio pubblico, il che significa che le versioni generiche possono essere vendute a buon mercato.

I produttori di farmaci, quindi, hanno pochi incentivi monetari per produrre tali antibiotici. In effetti, anche i produttori di farmaci generici possono avere difficoltà a mantenere un profitto significativo.

Thomas Borel, direttore scientifico del LEEM, che rappresenta le case farmaceutiche francesi, ha affermato che gli investimenti da parte dell’industria sono stati insufficienti “in considerazione della crescente domanda di questo tipo di medicinali”.

Ha aggiunto che il modello economico rende difficile per i produttori di farmaci “recuperare i costi” quando si tratta di antibiotici.

Un altro problema è che solo una decina di aziende, la maggior parte delle quali in Asia, producono ancora i principi attivi dell’amoxicillina.

Soluzioni?

A breve termine, le autorità sanitarie nazionali hanno raccomandato ai farmacisti e ai medici di sostituire i farmaci in scarsità con altri farmaci quando possibile, oltre a limitare la durata del trattamento.

Anche i produttori, tra cui la britannica GSK, hanno accelerato la velocità di produzione.

Sandoz ha affermato di aver assunto più personale e di aver investito nell’aumento della produzione nel suo sito di Kundl in Austria.

Più in generale, alcuni specialisti del settore hanno chiesto un nuovo modello di business che combini le esigenze dei pazienti e quelle delle aziende che producono farmaci così economici.

Borel di LEEM ha affermato che “l’industria farmaceutica deve essere considerata un settore strategico in cui le autorità pubbliche devono essere più vigili di quanto non lo siano state negli ultimi anni”.

Source link

Previous post Google si concentrerà sugli investimenti in startup in fase iniziale guidate da donne
Next post Elon Musk at Twitter: Who could replace him as chief executive?