Il 90% delle persone nella provincia cinese è infetto da COVID: ufficiale

Passeggeri agli arrivi internazionali dell'aeroporto internazionale di Shanghai Pudong.  La Cina ha continuato a riaprire nonostante l'aumento dei contagi.  — AFP
Passeggeri agli arrivi internazionali dell’aeroporto internazionale di Shanghai Pudong. La Cina ha continuato a riaprire nonostante l’aumento dei contagi. — AFP

Quasi il 90% delle persone nella terza provincia più popolosa della Cina è stato infettato Covid-19ha detto lunedì un alto funzionario, mentre il paese combatte un’ondata senza precedenti di casi.

Kan Quancheng, direttore della commissione sanitaria per la provincia centrale dell’Henan, ha dichiarato in una conferenza stampa che “al 6 gennaio 2023, il tasso di infezione da Covid della provincia è dell’89,0%”.

Con una popolazione di 99,4 milioni, le cifre suggeriscono che circa 88,5 milioni di persone nell’Henan potrebbero ora essere state infettate.

Le visite alle cliniche per la febbre hanno raggiunto il picco il 19 dicembre, ha detto Kan, “dopo di che ha mostrato una continua tendenza al ribasso”.

La Cina sta combattendo un’impennata nei casi successivi alla sua decisione del mese scorso di revocare anni di blocchi, quarantene e test di massa che avevano martellato la sua economia e scatenato rare proteste a livello nazionale.

E Pechino è determinata ad andare avanti con la sua riapertura, domenica revocando la quarantena obbligatoria per tutti gli arrivi internazionali e aprendo il confine con la città semi-autonoma del sud di Hong Kong.

Ma si prevede che le infezioni aumenteranno mentre il paese celebra il capodanno lunare alla fine di questo mese, con milioni di persone che dovrebbero viaggiare dalle grandi città per visitare i parenti anziani vulnerabili nelle campagne.

Nella prima ondata di viaggi prima delle vacanze, i dati ufficiali hanno mostrato che sabato 34,7 milioni di persone hanno viaggiato a livello nazionale, con un aumento di oltre un terzo rispetto allo scorso anno, secondo i media statali.

I dati ufficiali hanno mostrato la scorsa settimana che solo 120.000 persone sono state infettate e 30 sono morte da quando la Cina ha allentato i freni Covid all’inizio di dicembre.

Ma con Pechino che il mese scorso ha ristretto la definizione di decessi per Covid e test di massa non più obbligatori, i suoi dati non riflettono più la reale portata dell’epidemia.

Source link

Previous post “La cottura a gas è collegata al 12,7% dell’asma infantile”
Next post Google sostiene la startup agritech indiana Cropin nel suo finanziamento di Rs 113 cr