Come cercare segni di cancro al seno

Donna con in mano un nastro rosa come consapevolezza per la Giornata contro il cancro al seno, 1 ottobre. — Unsplash
Donna con in mano un nastro rosa come consapevolezza per la Giornata contro il cancro al seno, 1 ottobre. — Unsplash

Il cancro al seno è un tipo di cancro che si verifica quando le cellule del seno crescono in modo anomalo e formano un nodulo o una massa. Mentre il cancro al seno può verificarsi sia negli uomini che nelle donne, è più comune nelle donne. È il tumore più comune tra le donne a livello globale e rilevare i primi segni di cancro al seno è fondamentale per un trattamento efficace.

L’autodiagnosi del cancro al seno implica la consapevolezza dei suoi segni nelle donne.

Svolgimento di autoesami

Gli autoesami del seno sono uno strumento importante per l’autodiagnosi del cancro al seno se eseguiti correttamente. Le donne dovrebbero iniziare a condurre autoesami a l’età di 20 anni e ti verrà insegnato a farlo prima. Le donne devono autoesaminarsi almeno una volta al mese.

Secondo le nuove linee guida per lo screening del cancro al seno, per condurre un autoesame, sdraiarsi e usare le dita per verificare la presenza di noduli o altre anomalie nel seno. È importante controllare sia il seno che le aree circostanti, comprese le ascelle. Nota eventuali cambiamenti nelle dimensioni, nella forma o nell’aspetto del tuo seno.

Sintomi del cancro al seno

È importante essere consapevoli dei seguenti segni di cancro al seno nelle donne:

  • Un nodulo o una massa nel seno o sotto l’ascella
  • Dolore o dolorabilità al seno o al capezzolo
  • Gonfiore o ispessimento del tessuto mammario
  • Cambiamenti nella forma o nelle dimensioni del seno
  • Secrezione dal capezzolo che non è latte materno
  • Inversione o retrazione del capezzolo
  • Arrossamento o vaiolatura della pelle del seno

Rivolgiti immediatamente a un medico se noti uno di questi sintomi.

Alla ricerca di un aiuto professionale

Sebbene l’autoesame e la consapevolezza di segni e sintomi siano strumenti importanti per l’autodiagnosi del cancro al seno, è obbligatorio chiedere aiuto a un medico se si notano anomalie o cambiamenti.

Un medico può eseguire un esame clinico e può raccomandare ulteriori test, come una mammografia o una biopsia, per diagnosticare o escludere la malattia. Screening regolari del cancro al seno, come le mammografie, sono fondamentali per la diagnosi precoce.

Source link

Previous post Ora puoi sottoporti a un intervento chirurgico senza paura mentre sei immerso nella realtà virtuale
Next post Più di 1.000 migranti sbarcati in Italia mentre i locali marciano per le vittime del naufragio